COME PENSIERI
a cura di Giovanna dalla Chiesa
23 ottobre – 15 dicembre 2021

Sono come pensieri queste ultime opere di Daniela Monaci, dove la mano ha
plasmato e accarezzato i corpi di creta che restano idealmente sospesi, come
isole sull’acqua delle carte nautiche, reminiscenza di lontani viaggi e osservazioni infantili.

Il pensiero trascorre lievemente a una mano che va da sola quasi senza intenzione,
e trasmette e ritrova l’onda, i ritmi, le traiettorie e il battito del tempo, scalfito nelle trafitture preziose della creta, che circondano da cima a fondo le superfici in
emersione.

Una trama di armonie segrete su cui, mentre la mano le compone – quasi un merletto –
in analogia con i puntini traslucenti tracciati sulla carta nautica, l’occhio trasvola, cogliendo la visione sospesa tra cielo e mare, tra l’alto e il basso, tra profondità e superficie, lasciando che tutto scorra e si muova sospinto dal caso e dall’attrazione, verso una soglia trasognata e meditativa. Come le goccie di rugiada sulle foglie, come
il rotolare smagliante delle perle.

Pin It on Pinterest

Share This